Questione di cervello

Uno dei più brillanti psicologi ricercatori utilizza le neuroscienze, l’evoluzione e la vita quotidiana per definire meglio le differenze tra il cervello femminile e quello maschile. Nel suo libro presenta un’analisi nè politicamente corretta nè politicamente indifferente ma ben documentata …

Ho trovato la lettura del libro di Simon Baron-Cohen molto interessante e ricca di spunti utili. Molto convincente è la sua teoria secondo cui l’evoluzione ha plasmato il cervello maschile per essere portato verso la sistematicità, ovvero la capacità ad esempio di costruire mappe mentali capaci di permettere all’antico cacciatore di ritrovare il villaggio dopo essersi allontanato per giorni alla ricerca di prede, mentre ha plasmato il cervello femminile per essere portato verso l’empatia, ovvero la capacità di relazionarsi con gli altri elementi del villaggio ma soprattutto la capacità di riuscire a comprendere le necessità dei figli specialmente quando troppo piccoli.
L’autore ci tiene a specificare che queste differenze sono comunque differenze medie perchè può benissimo esistere una donna più votata alla sistematizzazione rispetto a moltissimi uomini come può esistere un uomo più empatico di moltissime donne. In pratica possiamo aspettarci da una donna che sia molto empatica e poco sistematica ma per esserne certi dobbiamo comunque verificare le sue attitudini. Molti autori di grande rilievo, quali ad esempio Susan Pinker hanno utilizzato le innovative teorie di Baron-Cohen come base per i propri lavori.

Al termine del testo sono riportati alcuni test per stabilire il grado di empatia e il grado di sistematizzaione di ognuno. E’ presente anche un test per verificare se una persona è un Asperger, una caratteristica presente prevalentemente nel mondo maschile che porta chi la possiede ad essere molto bravo in materie come la matematica ma incapace nell’instaurare e gestire relazioni sociali.

Simon Baron-Cohen : questione di cervello (la differenza essenziale tra uomini e donne) – Mondadori editore

Significato del termine Empatia:   in psicologia, fenomeno per cui si possono capire i sentimenti e gli stati d’animo di una persona in una determinata circostanza pur senza condividerli dal punto di vista emotivo; questa mancanza di partecipazione del sentimento la rende differente dalla simpatia

Lascia un commento

Chiudi il menu